Questionario attività professionale

Questionario attività professionale e specializzazione in counseling relazionale

La ricerca del marzo 2015, ha coinvolto 32 professionisti iscritti all’associazione counselor professionisti ed aveva l’obiettivo di sondare l’attività professionale dei professionisti specializzati in counseling relazionale.

Che hanno risposto alle seguenti domande:

Sei laureato? Si; 15

Quanti anni hai? media; 50,08696

Sesso; femmine; 16; maschi; 8;

In quel parte di Italia vivi? nord; 8; centro; 11; sud; 3

Qual’è la professione abituale che eserciti?

5 Counselor, 5insegnante; 3 impiegata; 2 Funzionaria ; 2 psicologo; 1MEDIATORE; 1Infermiera; 1 nutrizionista; 1pedagogista;

1 Producer televisiva; 1 Tecnico della prevenzione

Hai svolto altre attività nel corso della tua vita?

Se si, quali?: STRUMENTISTA INDUSTRIALE, VENDITORE APPARECCHI MEDICALI, ASSICURATORE, VENDITORE GENERI VARI; sociologa, consulente, insegnante , Ricercatore presso industria farmaceutica; Referente della Scuola di counseling di Lucca e responsabile dei progetti Associazione Semprepositivi di Sarzana; Promotore Finanziario; operaio, impiegato, funzionario pubblico, dirigente d’azienda; Insegnante scuola materna e nido, educatrice comunità handicap, estetista; Insegnante presso il carcere-scuola, assistente sociale, insegnante presso corsi per addetti all’assistenza di base; insegnante curricolare, educatrice, formatrice; Insegnante; impiegata, titolare di attività commerciale; Ho lavorato in una fondazione. In ambito non lavorativo ho partecipato volontariamente a numerose associazioni che promuovono l’interesse sociale e umano; formatrice, docente; educatore professionale e formatore; docente, ricercatore, educatore; docente, formatore, coordinatore, tutor, CTP; direttore creativo in agenzia di pubblicità; baby sitter; Attività nel settore agricolo. Numerose attività non lavorative e di stampo volontaristico in campo sociale.; animatrice, segretaria, cameriera; animatore, libero professionista; Agente Immobiliare Freelance con specializzazione in locazioni abitative e commerciali a stranieri. Accoglienza e sostegno a cittadini Messicani presso Consolato Onorario del M a Firenze; laboratorio di analisi cliniche ed ambientali

 

Descrivi brevemente la tua abituale professione Colloqui, formazione, docente Eseguo studi statistici per la programmazione. Mi occupo di Bilancio di genere e di un progetto, denominato Bes, teso a individuare misure del benessere a livello nazionale e nelle città (Urbes). Infine mi occupo di Censimento della popolazione. Svolgo l’attività di counselor in ambito privato con incontri individuali e con piccoli gruppi. Inoltre ho condotto corsi aziendali sulla buona comunicazione e insegno in scuole di counseling. Mi occupo di fare colloqui con pazienti a rischio scompenso cardiaco e con diabete, per i quali è necessaria una modificazione degli abituali stili di vita (attività fisica, alimentazione….)colloqui di aiuto con le persone, didattica e formazione, conferenze sono impiegata in un ufficio al pubblico, grafologa e perito del tribunale Insegnante in un liceo pubblico COUNSELING lavoro con i vertici aziendali di aziende italiana ed estere, sia su progetti organizzativi che sullo sviluppo strategico consulenza pedagogica e formazione presso scuole, organizzazioni, aziende e privati Curo tutto l’aspetto produttivo di un video o programma televisivo, dalla sua progettazione fino alla messa in onda. Mi coordino con i vari reparti affinchè la macchina produttiva non subisca arresti. Coppie in crisi, corsi x genitori, relazione madre- bambino, iperattività infantile, Down,riabilitazione fisica, Svolgo attività di controllo per la protezione dell’ambiente e la prevenzione dell’inquinamento. Mi occupo principalmente di mediazione penale minorile e familiare e di formazione Nella mia professione di Insegnamento sono pienamente indipendente anche nella scelta degli argomenti da trattare via via e su come trattarli, in ovvia dipendenza dal livello e dagli interessi personali dello studente (in genere adulto). Premetto che ancora non svolgo l’attività di Counselor. Ciò che sto riuscendo a fare attualmente è integrare gli argomenti esaminati e le lezioni che propongo con una maggiore mia capacità personale di comprendere a fondo le dinamiche umane che governano le relazioni, siano esse personali o professionali . Molto utile a tutti: minore giudizio, maggiore comprensione, più gioia e leggerezza Lavoro come responsabile dell’ufficio crediti in area mercato. Ho un costante e continuativo contatto con il cliente che si rivolge a me per trovare soluzioni adeguate a soddisfare le sue esigenze finanziarie Il mio lavoro è di front office pertanto il cliente ha la percezione della qualità del servizio della mia banca grazie al mio, come a quello dei miei colleghi, modo di pormi e di capire i loro bisogni. Sono attualmente formatrice in un Corso di Formazione sulla relazione Suola- Famiglia, presso la Scuola secondaria di primo grado .Il Corso si struttura in due incontri mensili di ore 2 ciascuno, per un numero complessivo di ore 16 counseling sessioni individuali, gruppi di costellazioni familiari sostengo l’integrazione di ragazzini disabili all’interno della classe e curo il loro apprendimento, progetto per loro un piano individualizzato laddove i loro bisogni siano molto discosti da quelli della classe ed aiuto i colleghi ad aiutarli. lavoro come counselor professionista aiutando le persone in momenti di difficoltà facendo riferimento a quanto insegnatomi: dando visione, aiutando a recuperare cognizione delle loro qualità, dei loro valori e della capacità di accettare o superare situazioni problematiche. Utilizzo la visualizzazione meditative, tecniche di rilassamento ed esercizi di bioenergetica… e ascolto tanto. Come sapete, già nell’ascolto attivo ed empatico sta la “guarigione”. stilare regimi alimentari Oltre alle capacità di insegnamento è di fondamentale importanza per me entrare in relazione positiva con gli alunni dai 6 a 10 anni. Lavoro attualmente con una classe V, in una scuola a tempo pieno, per 22 ore di insegnamento frontale. Intrattengo relazioni con colleghi durante le attività a classi aperte e con i genitori.

Da quanti anni ti sei diplomato come counselor?; media; 5,23913

La formazione acquista ti è stata utili sul piano personale; si; 21

Descrivi brevemente il perché; 10 motivi relazionali; 11 motivi personali

Sul piano professionale, quali benefici hai tratto dalla specializzazione in counseling relazionale?;  ;

Miglioramento nei colloquio ed uso di tecniche di ascolto; si; 22

Miglioramento delle relazioni con i clienti; si; 22

Scelta della posizione relazionale corretta nei confronti di quel cliente; si; 20

Miglioramento della mia comunicazione; si; 22

Miglioramento della mia economia privata; si; 13

Miglioramento della mia carriera nel posto di lavoro; si; 9

Sviluppo della mia capcità di risolvere i problemi; si; 22

Miglioramento nelle mie capacità organizzative; si; 17

 

Descrivi brevemente i motivi per cui la formazione in counseling relazionale ti ha aiutato nell’esercizio della professione abituale

empatizzare e gestire le relazioni mi aiuta in ogni lavoro che faccio

Ho una buona intesa con colleghe e colleghi di lavoro, una modalità di comunicazione assertiva, un rapporto di totale fiducia con i superiori, riesco a portare alcuni contenuti appresi nel lavoro sul benessere e ultimamente anche all’interno di u gruppo aziendale che si occupa di benessere organizzativo.

Nei quattro anni della mia formazione in counseling ho raggiunto un incremento del 50% del fatturato nella professione precedente trovando con continuità la corretta posizione relazionale nei confronti dei clienti.

Ha notevolmente ampliato le mie capacità di accogliere, gestire e concludere la relazione con il paziente che, grazie ad una buona relazione esprime una buona valutazione del servizio erogato dalla mia azienda e da me come professionista

Il fatto di tenere in considerazione soprattutto la relazione e meno la persona mi consente di utilizzare al meglio le mie risorse

il counselor si abbina perfettamente con tutte le professioni che esercito e sono molto correlate

nella relazione con gli studenti e con i colleghi

non mi ha aiutato, mi ha convinto a lasciarla

ha aumentato la mia capacità di relazione e di approccio alle difficoltà

mi ha permesso di costruire una dimensione di consulenza pedagogica privata che nella formazione dei pedagogisti spesso è carente

Mi ha permesso di vedere la vita al di fuori del lavoro e dell’efficienza nel fare qualcosa. Sono più tollerante nei confronti di colleghi e con gli imprevisti. Vivo con meno ansia da prestazione quindi non mi crocifiggo quando sbaglio:)

completamento al lavoro di Danza Terapia che mi consente di completare i processi sul piano cognitivo, relazionale, consolidare i risultati sul piano fisico, psichico, mentale e relazionale dei soggetti. Chiarezza e obiettività, scelte più precise degli strumenti da applicare. Maturità e pulizia nella relazione paziente-terapeuta.

Miglioramento delle relazioni, della comunicazione, dell’ascolto durante attività ad alto rischio conflittuale, miglioramento delle capacità organizzative e di lavoro in team.

la mediazione rientra a pieno titolo nelle relazioni di aiuto quindi approfondire le tecniche comunicative e di relazione mi è stato estremamente utile

So riconoscere in un tempo brevissimo chi ho di fronte e conseguentemente adesso so qual è l’atteggiamento relazionale più corretto da tenere con quella specifica persona. So gestire con intelligenza e strategia gli inevitabili conflitti. Sto mettendo a punto un sistema integrato di riconoscimento del tipo di leadership imprenditoriale e di impresa alla quale devo consigliare nuove soluzioni finanziarie al fine di inquadrare relazioni creditizie adeguate e/o gestire/evitare il contenzioso.

So riconoscere in un tempo brevissimo chi ho di fronte e conseguentemente adesso so qual è l’atteggiamento relazionale più corretto da tenere con quella specifica persona. So gestire con intelligenza e strategia gli inevitabili conflitti.

Il Counseling relazionale mi ha offerto gli strumenti indispensabili per offrire efficaci orientamenti nella costruzione e nella gestione di suddetta relazione, che ha come obiettivo la formazione dei ragazzi

è la base della professione attuale

mi ha reso più capace di leggere i bisogni dei miei ragazzi e di individuare la posizione relazionale giusta per poter entrare in empatia con loro e sostenerli. Mi ha reso più efficace nella relazione con i colleghi, spesso in difficoltà con i ragazzi disabili.

la mia professione abituale è il counseling…sicuramente se facessi un altro lavoro sarei comunque aiutata dal percorso di counseling. Se fosse per me la farei diventare una materia in ogni scuola….ma ora quello che desidero è essere supportata nella mia professione come counselor.

creare regimi alimentari sulla personalità del cliente e fronteggiare ogni disturbo alimentare

Dovendo intessere relazioni con alunni, colleghi e genitori, tutto quello che ho imparato durante il mio percorso nella Scuola di counseling è per me utilissimo.